top of page

La Riviera del Conero

Uno dei fiori all'occhiello della regione Marche, la Riviera del Conero si estende da Ancona a nord fino a Sirolo e Numana a sud, unico elemento elevato della costa italiana centro-orientale. Estensione degli Appennini, la Riviera del Conero è composta da marne e calcare, con alte scogliere sul mare e faraglioni che emergono dall'acqua. La zona prende il nome dalla sua caratteristica più alta e prominente, il Monte Conero, un massiccio calcareo che si eleva fino a 572 metri di altezza. La catena montuosa si è formata durante l'era mesozoica ed è ricca di fossili, il che la rende una destinazione popolare per geologi e paleontologi.


Aerial view of the Monte Conero
An aerial view of the Monte Conero

La vegetazione della Riviera del Conero è ricca e varia, con un mix di specie mediterranee e continentali. La catena montuosa ospita querce, faggi e pini, mentre la costa è dominata dalla macchia mediterranea. La zona è nota anche per i suoi fiori selvatici, tra cui papaveri, lupini e margherite.


Inoltre, la Riviera del Conero ospita una vasta gamma di fauna, tra cui mammiferi, uccelli, rettili e anfibi. Tra le specie più comuni ci sono cinghiali, volpi, tassi, ricci e cervi. La costa è anche un importante luogo di riproduzione per gli uccelli marini, tra cui gabbiani, cormorani e gabbiani.


Il Monte Conero e i suoi dintorni hanno una lunga storia, essendo stati un porto naturale per molte civiltà marinare: dai coloni greci del IV secolo a.C. ai pirati turchi medievali, fino alle barche e ai traghetti privati di oggi. La zona è diventata un parco regionale nel 1987, un'area protetta che copre oltre 18.000 ettari di terra e mare. La riserva ospita una varietà di ecosistemi, tra cui foreste, prati e zone umide. I visitatori possono usufruire di sentieri escursionistici, piste ciclabili e visite guidate che permettono di esplorare le bellezze naturali dell'area.

Le scogliere sono interrotte da una serie di piccole spiagge di ciottoli bianchi, con acque cristalline, molte delle quali raggiungibili solo via mare. Le più famose sono i Sassi Neri (sotto Sirolo), la spiaggia delle Due Sorelle (dal nome dei due faraglioni che ricordano due suore in preghiera), la spiaggia dei Gabbiani, Portonovo e Mezzavalle.

The Due Sorelle beach, seen from above
The Due Sorelle beach, seen from above

Dal 1994, quest'area è stata costantemente premiata con la Bandiera Blu d'Europa per la qualità delle sue acque e ospita una grande varietà di vita marina autoctona. Con un po' di fortuna, non è raro avvistare dei delfini che nuotano proprio intorno al promontorio del Monte Conero!


Dolphins playing at sunset, the Monte Conero in the background
Dolphins playing at sunset, the Monte Conero in the background

12 visualizzazioni0 commenti
bottom of page